• Contattaci: 045 7103635
  • Orari 08:00 alle 18:00

Sauna finlandese in casa : tutti i vantaggi e benefici

Quando si parla di sauna finlandese ci si riferisce a un bagno di aria calda e secca che contribuisce al benessere quotidiano del corpo e della mente. Si tratta di un rito molto diffuso in tutto il mondo, e che oggi viene considerato uno dei migliori modi per scaricare la tensione e controllare l’ansia.

segreti-buona-sauna

Una buona sauna? I segreti per ottenerne tutti i benefici

Vuoi essere sicuro che la sauna abbia i desiderati effetti rigeneranti sul tuo fisico e sulla tua mente?

Vi sono vari accorgimenti, ma il vero segreto è il tempo. E non solo perché ad una buona sauna devi dedicare almeno un’ora e mezza del tuo tempo, ma anche perché devi entrare nella cabina libero dagli assilli dell’orologio. Come dice un antico proverbio finlandese: ‘Nella sauna non c’è fretta‘ e per questo in quelle tradizionali vi sono solo clessidre. Quindi devi scegliere quello che è il momento più adatto nella tua giornata, senza fretta, dedicandoti solo a rigenerare il tuo organismo.

Oltre al tempo devi poi tenere conto di alcune precauzioni.

Prima fra tutte la giusta alimentazione. Il consiglio è di assumere pasti leggeri, magari a base di yogurt e frutta, e pertanto non vanno bene cibi pesanti e nemmeno il digiuno. Niente caffè e bevande eccitanti, che possono aumentare il ritmo cardiaco, e niente alcolici, che hanno effetti vasodilatatori e potrebbero interferire con la termoregolazione del corpo. Invece ti consigliamo di bere acqua o tisane, che aiutano la sudorazione.

E’ bene poi ricordare la corretta procedura per sfruttare al massimo la pratica della sauna, suddividendola in più fasi così come consigliano gli esperti.

Precedentemente all’entrata in sauna dovresti fare una bella doccia saponata calda, strofinandoti con un guanto o una spugna naturale in modo da togliere le impurità e le cellule morte della pelle. Questa operazione ti permetterà di rendere la pelle più traspirante aiutando così la sudorazione e l’eliminazione delle tossine. Altri consigli preliminari sono il bere una tisana e fare un pediluvio caldo, pratica questa che aiuta la circolazione sanguigna.

A questo punto entra nella cabina, avendo l’accortezza di portare un asciugamano per proteggerti nei punti di contatto del corpo. Ora sei all’interno e puoi dedicarvi alla sauna che si basa sul susseguirsi di tre fasi: riscaldamento e sudorazione con aria calda, circa 100°, e secca, 5-10% di umidità, a cui segue la fase del raffreddamento, ottenuto con un bagno o una doccia in acqua fredda o con aria fresca.

Ognuna di queste fasi può durare 8, 10, 12 o 15 minuti. Tra un ciclo e l’altro ti consigliamo una terza fase: rilassati per qualche minuto sdraiandoti con le gambe sollevate.
Getta almeno un paio di volte dell’acqua sui sassi bollenti, meglio se con alcune gocce di eucalipto o essenza di abete. L’aria secca e ad altissima temperatura della sauna ti porteranno in meno di un quarto d’ora al pieno rilassamento con una elevata sudorazione. Ti consigliamo di non stenderti sul pavimento, sia per motivi igienici, che per sfruttare al meglio i benefici della temperatura. Quando ti alzi per uscire dalla sauna è bene tu lo faccia lentamente, riattivando la circolazione.
La fase del raffreddamento è molto importante, sia che si voglia terminare la sauna o si intenda riprendere il ciclo nella cabina.

La cosa migliore che devi fare è un bagno d’aria fresca, ad esempio davanti ad una finestra, o sul balcone o in giardino. Questa operazione ti consentirà di eliminare dai polmoni l’umidità assorbita in precedenza e deve essere fatta senza indugi appena uscito dalla cabina, altrimenti puoi rischiare una brusca caduta della pressione del sangue.

E’ importante che tu faccia seguire all’aria, un bagno d’acqua, magari con una doccia, prima tiepida e poi fredda. Il segreto in questa fase è puntare il getto sulle parti del corpo più lontane dal cuore, quindi sui piedi, dando la precedenza a quello destro, poi le mani, sempre la desta per prima, poi torace, schiena e testa. I più esperti, dopo la doccia, ricorrono ad un bagno freddo (10/16°) nella c.d. vasca di reazione, frizionandosi il corpo con un guanto di crine.

Puoi ora iniziare la fase del riposo.
Non devi assolutamente sottovalutare questa fase, che sia a conclusione dell’intera sauna o preparatoria ad un altro ciclo. Come abbiamo detto all’inizio il segreto principale di una buona sauna è il fattore tempo e se vuoi godere di tutti gli effetti rilassanti ad essa legati, non puoi avere fretta.
Prima di tutto devi asciugarti bene ed indossare un accappatoio asciutto. Come avrai capito il secondo segreto di questa pratica è avere sempre i piedi caldi. Quindi se possibile in questa fase di rilassamento coprili con un panno caldo o indossa dei calzini di lana. Stenditi con i piedi più alti del bacino, favorendo così il riflusso del sangue dalle gambe al cuore, e reidratati bevendo una tisana calda o un succo di frutta.

Ed ora dopo i consigli, ti segnaliamo alcuni errori che devi evitare.

La doccia calda prima di entrare in cabina è molto importante, mentre fatta dopo l’uscita è assolutamente da evitare per non sovraccaricare la circolazione sanguigna. Prima della sauna non alternare docce calde a quelle fredde e cerca di avere i piedi ben caldi, magari con un pediluvio.
La fase di sudorazione deve terminare con l’uscita dalla cabina, non esagerare. Infatti con la fase calda della sauna si perdono molti liquidi corporei che devono essere assolutamente reintegrati bevendo tisane o succhi di frutta. Se continui a sudare dopo l’uscita dalla cabina, significa che non hai effettuato una adeguata fase di raffreddamento.

Non ricorrere ad esercizi fisici: il tuo corpo è già impegnato nell’affrontare le varie fasi della sauna.
Per ultima cosa, evita di entrare nella sauna con catenine, collane e anelli.

Seguendo questi semplici consigli, primo fra tutti quello di dedicarti del tempo, la sauna diverrà una pratica rilassante e rigenerante a cui non potrai più fare a meno. Sarà il tuo organismo e la tua mente a ricordartelo!

Stai pensando ad una sauna finlandese in casa tua ?
Contattaci o compila il modulo per essere richiamato e ricevere una consulenza gratuita.

benefici-sauna

Sauna: i benefici della sauna finlandese per la salute

Sauna: quali benefici per la salute?

I benefici che la sauna finlandese può portare al nostro organismo sono molti, non per nulla è divenuta oramai uno degli strumenti più apprezzati e diffusi all’interno di spa, centri benessere e anche in un numero crescente di abitazioni private. In questo articolo vedremo:

  • funzionamento sauna
  • effetti della sauna
  • sauna benefici

Sia il corpo che la mente possono trarre giovamento dal corretto utilizzo della sauna. Affinché si possano riscontrare effetti positivi per la salute è necessario che la sauna diventi una pratica regolare: un uso sporadico e saltuario può aiutare a rilassarsi, ma per godere appieno dei benefici psico-fisici è necessaria una pratica costante e regolare.

L’utilizzo regolare della sauna infatti:

  • attiva il sistema di termoregolazione del nostro corpo, allenandolo a gestire meglio gli sbalzi termici;
  • mantiene tonico e funzionale il sistema cardiocircolatorio;
  • permette il rilascio di endorfine energizzanti, ormoni naturali del benessere psico-fisico;
  • aumenta e tiene vigili le difese immunitarie;
  • dilata i pori dell’epidermide, favorendo la pulizia e la purificazione della pelle;
  • aiuta ad espellere tossine e scorie attraverso la sudorazione;
  • ha un effetto rivitalizzante globale su tutto l’organismo.

Si tratta quindi di benefici concreti e tangibili, tanto che i medici sportivi suggeriscono agli atleti di utilizzare la sauna un paio di volte alla settimana, come vero e proprio strumento di allenamento.

Come si ottengono i benefici della sauna?

Termoregolazione

All’interno della sauna la temperatura si attesta tra gli 80° e i 100°C. Il nostro organismo, tuttavia, non può tollerare una temperatura superiore ai 42°C. Superato quel livello il corpo attiva dei meccanismi di autoregolazione: i pori dell’epidermide si dilatano e aumenta la sudorazione. L’evaporazione del sudore disperde il calore verso l’esterno, abbassando la temperatura corporea

Medesimi meccanismi si attivano all’uscita dalla cabina, durante la fase di raffreddamento, quando il bagno o la doccia fredda abbassano bruscamente la temperatura corporea. La maggior parte degli effetti benefici della sauna non sono quindi causati dall’elevata temperatura in sé quanto dall’alternanza di caldo e freddo.

Il sistema circolatorio

L’avvicendarsi di alte e basse temperature stimola e sollecita infatti anche il sistema circolatorio, sia a livello centrale che nella microcircolazione. Arterie, vene e capillari sono costretti a stringersi e dilatarsi in successione: una ginnastica utile a mantenere i vasi sanguigni elastici e forti, abituando tutto l’organismo a gestire con maggiore prontezza ed efficienza gli sbalzi termici e aumentando la resistenza a tutti i malesseri da essi provocati, quali raffreddori e bronchiti.

Anche il cuore deve adeguarsi alla dilatazione dei vasi sanguigni e al conseguente aumento della circolazione: l‘attività cardiaca si intensifica con un aumento della frequenza e della potenza delle pulsazioni, fino a 120 battiti al minuto. La pratica costante della sauna rappresenta quindi un ottimo strumento per allenare e tonificare il muscolo cardiaco.

Febbre artificiale?

L’elevata temperatura della sauna induce inoltre un innalzamento momentaneo della temperatura corporea fino a 39,5°C, noto come “febbre artificiale”. Già Ippocrate nell’antichità aveva detto: “Dammi il potere di provocare la febbre e io sarò in grado di curare ogni malattia”. La funzione della febbre è infatti proprio quella di bloccare la proliferazione degli agenti patogeni, quali virus e batteri. Quando la sauna diviene un’attività costante, l’attivazione di questa funzione è in grado di garantire un ulteriore rafforzamento delle difese immunitarie.

La sauna, amica per la pelle

Non solo salute: nell’immaginario collettivo la sauna viene frequentemente considerata anche uno strumento di bellezza e luminosità. In effetti la dilatazione dei pori e l’aumento di sudorazione generano un significativo effetto purificante: l’organismo espelle impurità, tossine e scorie, la pelle diventa più liscia, luminosa ed elastica.

L’utilizzo della sauna, infine, stimola la produzione di endorfine, sostanze chimiche prodotte dal nostro cervello in grado di generare la sensazione di benessere. Non di rado infatti la sauna, soprattutto nella sua variante con aromaterapia, viene consigliata anche come supporto naturale contro ansia e depressione.

Stai pensando ad una sauna finlandese per la tua casa ?
Contattaci o compila il modulo per essere richiamato e ricevere una consulenza gratuita.